Dolcetto o scherzetto? La notte di Halloween si avvicina!

Scheletri, zucche,fantasmi e streghe, la notte di Halloween si avvicina!

La notte più spaventosa dell’anno, famosa per la tradizionale domanda: “dolcetto o scherzetto?”, di cui il significato originario è “sacrificio o maledizione?”, è una festività celtica celebrata la notte del 31 ottobre. Nel XX secolo ha assunto negli Stati Uniti le forme accentuatamente macabre e commerciali con cui è divenuta nota diffondendosi anche in altri Paesi del mondo, compresa l’Italia.

Ricordiamo che la parola Halloween rappresenta una variante scozzese del nome completo All Hallowss’ Eve, cioè la Vigilia di Ognissanti. La ricorrenza, può considerarsi un Carnevale alternativo, poiché riprende l’usanza di mascherarsi, ed è particolarmente amata dai più piccoli che si riversano nelle strade e nei negozi, ripetendo il famoso ritornello.

Tanti gli eventi dedicati a loro:

Le Streghe a Castel dell’Ovo, una visita guidata per piccoli dai sei ai dieci anni, con tanti racconti di streghe e fantasmi napoletani.

Il segreto del Conte Dracula al Maschio Angioino, nel grande castello di Napoli, uno dei luoghi più emblematici della città, i bambini vivranno un’esperienza avvincente tra miti e leggende.

Una serata allo Zoo di Napoli con musica, tour guidati e menu speciale, una notte unica tra zucche e pipistrelli.

Un fantasma in ogni vicolo al centro storico, un tour per le strade di una Napoli inedita durante la notte di Halloween.

Infine i più grandi non rinunceranno a party a tema e serate in discoteca.

Tuttavia c’è chi sostiene che questa festa possa porre i bambini su un piano spirituale insicuro, spingerli verso l’esoterismo,dunque, in Italia la battaglia tra favorevoli e contrari è sempre aperta!

Nel dubbio, la zucca, cuciniamola!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *