New York: uno dei palcoscenici più prestigiosi per gli artisti di strada

Le piazze, le metropolitane, i giardini e i parchi ogni giorno offrono una cornice incredibile ai tanti show e concerti che rallegrano la giornata ai passanti. Oggi gli spettacoli degli artisti di strada sono una parte importante della vita di New York, la città è il palcoscenico e gli spettatori sono la  gente comune di passaggio, turisti e residenti.

Ballerini, cantanti, animatori, hanno la possibilità di esibirsi a New York e avere l’occasione anche di raccogliere qualche soldo sotto forma di piccole donazioni da parte degli spettatori, tuttavia spesso la bellezza e la creatività passano inosservati.

I cittadini di New York conducono una vita frenetica, gli impegni, la fretta, gli auricolari, la testa china e si rendono conto di essere passati davanti ad artisti dalle grandi capacità senza accorgersene. I turisti, al contrario, sono attratti dal folclore e dall’originalità degli artisti di strada ed amano intrattenersi con queste persone.

Un pensiero riguardo “New York: uno dei palcoscenici più prestigiosi per gli artisti di strada

  • 24 Novembre 2019 in 16:56
    Permalink

    Ha diretto orchestre e suonato il pianoforte nei piu importanti teatri del mondo ed e uno dei pochi artisti a unire le due carriere con grande successo. Piu che una scelta professionale, la sua e una vocazione. Stefano Miceli, nato a Brindisi 43 anni fa, ma cittadino del mondo con casa a New York e a Bergamo, e tra i piu apprezzati musicisti del panorama internazionale, tanto da essersi guadagnato la stima delle maggiori cariche istituzionali italiane. Sul suo sito campeggiano lusinghiere recensioni di famosi media internazionali e nel 2008, quando aveva solo 33 anni, il Presidente Giorgio Napolitano gli conferi la medaglia d’argento dopo un concerto celebrativo della Costituzione. Nel 2015, invece, il Presidente Sergio Mattarella lo volle a dirigere un importante concerto a Saigon, per suggellare l’amicizia culturale e commerciale con il Vietnam. Un evento che l artista ricorda ancora con grande emozione.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *